Post-it a righe – Unfocused.

Quando non sai cosa fare: metti a fuoco!

focus-icona
Avrò iniziato questo post almeno altre dieci mila volte, e tutte quante non sono andate a buon fine. Perciò ho deciso: scrivo lo stesso, alla faccia del blocco dello scrittore, di quello del blogger, del tutto!

Io non posso crederci, davvero. Ci avevo messo tutto il mio cuore nello scrivere questo post e alla fine per un banale, stupido errore – ovvero inserire il tag “continua a leggere”, niente di così traumatico! – mi ritrovo senza post dopo averlo pubblicato. E la cosa mi scoccia parecchio.

#4 Affrontiamo il problema

Non posso partire dal #1, mi rifiuto. Mi dispiace. Per un incidente di percorso, per un mio errore, se mai qualcuno si troverà a leggere tutto questo la prima cosa che gli dirò è: mi dispiace. Non posso partire dal punto #1, perché esiste già – cancellato da un errore, ma  esiste, lì da qualche parte. Qualcuno magari si chiederà come si chiami (mi rifiuto anche di utilizzare un tempo passato). Questo posso dirlo: si chiama “mettere a fuoco il problema”. Quale problema?

Beh, prima era l’ansia. Ora è lo smaltimento di questa improvvisa incazzatura.

#4.2 L’ansia

Un sunto molto semplice: è un brutto periodo per me (come al solito!), fra esami medici che vanno male e la fine di un percorso di studi che mi sta mettendo in crisi. E se per il primo problema mi dovrebbe bastare la cura data dal mio medico per venirne a capo (sperando che funzioni dato che è una cosa seria), il secondo è invece una montagna da scalare, fatta di tanti piccoli Everest.

Provate ad immaginarli, tutti impilati uno sull’altro, in bilico e pronti a cadere creando un frastuono tale da poter essere udito fino ai confini dell’Universo, magari da qualche forma aliena. Non è piacevole, no?

E non è piacevole per un semplice motivo: la mia mancanza di autostima, che nonostante tutto è piuttosto migliorata negli ultimi due anni. Ogni giorno mi metto al cellulare o al computer appena ho un attimo di tempo, cercando di attingere il meglio della grafica dal web e dai siti che contengono i portfoli online di tante, troppe persone. Tutte brave, brave da morire, da impazzire. Da far impazzire me, che a quel punto – colma di ansia, in difetto di autostima, ben sapendo che alla fine di questo mio percorso di studi manca poco (Luglio!), mi chiedo: “Come faccio? Come posso spiccare a modo mio fra di loro?”. Sembra un’impresa impossibile, eppure per il risultato che vorrei ottenere devo farcela. Devo. Non per altri, ma per me, per la mia vita e per la mia sanità mentale.
Non perché voglio primeggiare, ma piuttosto perché per una volta nella vita vorrei fare al meglio quello che mi piace, continuando a migliorare. E perché no, per vivere finalmente una vita un po’ più “easy” dal punto di vista finanziario.

Sembra assurdo, lo so, e in un certo senso lo è. Anzi, lo è sicuramente: una che mette davanti alla salute e all’amicizia il lavoro stesso non dev’essere davvero così sana. E sicuramente non dovrebbe lamentarsi di avere pochi amici – anche se buoni, per fortuna!
Ma è la mia filosofia e sono decisa a portarla avanti in un modo o nell’altro.

#5 Quindi: focalizziamo!

L’obiettivo del post-che-non-c’è-più (credo lo chiamerò così o PCNCP, ma sempre al presente) è semplice: alla fine sono arrivata a dirmi “Ecco, ho focalizzato il problema! Ora posso lavorarci”.
Causa perdita di dati, sono finita a fare tutto il contrario: ho affrontato un problema, ma alla fine ne ho focalizzato sempre un altro. E sono sicura che i problemi da focalizzare e affrontare saranno sempre di più, ansia e autostima comprese.

#6 The End or To be continued…?

È sempre un dramma: essere o non essere?, questo è il dilemma. Vi suona familiare?
In realtà volevo semplicemente dire una cosa a chi è arrivato a leggere questo post-non-post senza senso: Grazie. Grazie per avermi aiutata (ancora) ad arrivare al punto.
Che non è questo, come ho detto nel PCNCP, ma questo:

.

Take a breath and FOCUS.

Autore: stanjour_

Valentina, 1992 // Post-it addicted // Graphic, (Copy)Writing, Literature, Photography, Comics & manga, Japanese culture

1 thought on “Post-it a righe – Unfocused.”

This post-it is waiting for you!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...